Our ESG cloud suite is coming soon... After completing the Private Beta rollout, we are now getting things ready for the public launch starting Q1 2022

ESG: il contesto normativo attuale

Da volontario ad obbligatorio

Circa 20 milioni di aziende europee, senza competenze tecniche o risorse in-house, necessitano di una soluzione scalabile e veloce per accedere ai dati di rischio ESG per monitorare o essere monitorate nelle loro prestazioni non-finanziarie. Con un framework regolamentare in costante evoluzione, sono necessarie delle soluzioni RaaS (Rating as a Service) scalabili e flessibili per agevolare l’implementazione della sostenibilità in tutte le aziende.

Tutte le aziende europee dovranno dichiarare le proprie informazioni ESG...è solo una questione di (poco) tempo!

ESG

CSRD

EU Corporate Sustainable Reporting Directive
  • Obbligo rendicontazione a tutte le grandi imprese, a tutte le banche e a tutte le assicurazioni europee quotate o non quotate, nonché a tutte le società quotate, con la sola eccezione delle micro-imprese quotate nella EU27

  • Entro il 2030, transizione da volontario a obbligatorio per le PMI

  • Circa 50.000 grandi aziende coinvolte con effetto leva diretta e indiretta su quasi 10 milioni di micro e PMI tra partecipate, fornitori e clienti

SFDR

Sustainable Finance Disclosure Regulation
  • Financial market participants, cioè tutti i soggetti obbligati alla disclosure di sostenibilità, tra cui le società di gestione del risparmio, dovranno rispettare i requisiti della SFDR

  • Remunerazione dei prodotti in linea con i rischi di sostenibilità

  • Integrazione delle tematiche di rischio nella documentazione contrattuale relativa ai prodotti

GPP

EU Green Public Procurement
  • Istituzioni, governi e pubbliche amministrazioni: implementazione di procurement basato su criteri di selezione ESG e strategie di monitoraggio ESG delle proprie filiere

  • 250.000 soggetti interessati con effetto leva diretta e indiretta su quasi 5 milioni di micro e PMI tra partecipate, fornitori e clienti

Stakeholders

Richieste e pressioni
  • Con la EU Taxonomy Regulation e SFDR, banche e fondi richiederanno trasparenza sulle performance non finanziarie a tutte le aziende

  • Risk management reputazionale e non finanziario, aumenti di capitale, comunicazione, trasparenza verso i consumatori, procurement sostenibile e molto altro...

NGEU

Next Generation EU
  • A seguito dell'European Green Deal che intende rendere l’Europa il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050, è stato lanciato il programma Next Generation EU (NGEU), un pacchetto di sostegno che vale 750 miliardi di euro.
La nostra suite di prodotti ESG è stata sviluppata per rispondere a questo contesto normativo. Prova gratuitamente la nostra piattaforma.