Our ESG cloud suite is coming soon... After completing the Private Beta rollout, we are now getting things ready for the public launch starting Q1 2022

Frequently Asked Questions

In questa pagina troverete le domande più frequenti che ci vengono poste dagli utenti. Prima di contattare il nostro centralino per richieste tecniche o commerciali, vi preghiamo di scorrere velocemente questa lista verificando se il vostro quesito ha già una risposta.

A differenza delle agenzie di rating del credito che sono regolamentate e accreditate dall'ESMA (Regolamento CE n. 1060/2009), non esiste un organismo di certificazione o un regolatore nel mondo ESG.
Ecomate, a differenza di altri player del mercato, ha adottato un comitato scientifico decentralizzato, accessibile, trasparente e neutrale per validare, migliorare ed aggiornare costantemente i modelli di rating e rischio. L'approccio adottato da Ecomate è quello che più si avvicina ad avere un organismo di certificazione / regolamentazione che, attraverso la costante implementazione di best practice e consultazioni, fa evolvere la piattaforma.
Continua a leggere più informazioni sulle pagine dedicate al nostro open-standard ESG ed al comitato scientifico.

Oggi, in un mondo così veloce e mutevole, il mercato sta dando chiari segnali di avere sempre meno bisogno di un approccio dove l'azienda effettua un percorso spesso forzato per il conseguimento di una certificazione che viene poi appesa sui muri dell'azienda e dimenticata per diversi anni. Noi non vogliamo rilasciare certificazioni in quanto il nostro modello di business è basato su un approccio dinamico ed in tempo-reale, in linea con un mercato sempre più esigente. Questo è possibile grazie all'architettura tecnologica aggregativa dell'open-standard ESG e ad un comitato scientifico decentralizzato.

Sono molte:

  • La maggior parte delle altre soluzioni non sono delle piattaforme. Per piattaforma intendiamo un servizio in cloud (detto anche Software as a Service, SaaS) che permetta all'utente in totale autonomia di registrarsi, provare il servizio, scegliere l'abbonamento ideale per il proprio business, utilizzare i prodotti e, se soddisfatti, rinnovare l'abbonamento. Tutto questo avviene senza il minimo intervento da parte di un supporto tecnico o consulenziale grazie al fatto che il sistema di Ecomate è progettato dal basso verso l'alto considerando tutte le best-practice di eccellenza in termini di User-Interface e User Experience (UI-UX). La nostra piattaforma è unica nel suo genere in quanto non esistono ancora sul mercato soluzioni "in suite" con all'interno una serie di strumenti ESG che rispondono a diversi bisogni su diversi target di clientela, fino alla creazione di prodotti ad-hoc in modalità RaaS (Rating as a Service) o white-label (API).

  • Il nostro mercato di riferimento (e di conseguenza il posizionamento dei nostri prodotti e la scelta degli standard) è esclusivamente EU27: ciò significa che Ecomate è nata per aiutare esclusivamente le imprese Europee (come dal nostro manifesto) secondo gli obiettivi della Commissione Europea. Questo è fondamentale in quanto in primis le altre soluzioni di rating utilizzano un modello di valutazione identico per qualsiasi paese (non sono presenti variabili nella relazione tra una azienda collocata in Sudamerica o in Asia o in Europa), mentre Ecomate, essendo specifico per l'Europa, utilizza benchmark di riferimento tra paesi/regioni collocate all'interno dell'EU27; in secondo luogo le altre soluzioni ESG non tengono in considerazione la dimensione aziendale (dalla micro alla multinazionale), mentre gli algoritmi di Ecomate sono in grado di differenziare il cluster di valutazione a seconda delle classi (dipendenti e fatturato) dell'impresa.
    Tutto questo ha un impatto notevole sull'erogazione dello scoring che, naturalmente, risulterà essere più preciso e realistico in quanto perfettamente calato nel preciso contesto in cui l'impresa si colloca.

  • Ecomate va “oltre” le certificazioni mantenendo uno standard OPEN ed aggregando oltre 300 compliances ed adotta un modello verificato da un comitato scientifico decentralizzato e neutrale.

  • Non ultimo, la flessibilità di una soluzione SaaS e RaaS permette di ottenere una scalabilità tale da poter offrire prodotti a prezzi concorrenziali e con soluzioni a volume per tutte le esigenze.

La piattaforma presenta un sistema antifrode su ben 5 livelli.

  • LIVELLO 1 - Prima dell’immissione dei dati nel questionario utilizziamo una leva psicologica con l’utente avvertendolo che i nostri algoritmi sono dotati di un sistema anti-frode ed invitandolo a rispondere con la massima trasparenza:

    - Le soluzioni di miglioramento che gli verranno presentate successivamente alla misurazione, si basano sulla sua dichiarazione e fornendo informazioni non corrette, l’utente non potrebbe avvalersi delle numerose opportunità di business (o la mitigazione dei rischi) contenute nei report di miglioramento;

    - I dati inseriti equivalgono a come se il Dottore che gli chiedesse di fare gli esami del sangue ed il paziente li alterasse; come potrebbe il Dottore aiutarlo?

    - In caso di rilevata frode, l’utente verrà ammonito sulla piattaforma e qualora ne facesse parte, segnalato alla rete d'impresa o allo sponsor della licenza ed inserito nella nostra ESG grey-list.

    - In virtù dei controlli a campione che vengono svolti ogni anno e delle possibili ispezioni fisiche svolte da terze parti, ci riserviamo il diritto di chiedere all'utente, in qualsiasi momento, la documentazione a supporto delle sue dichiarazioni.


  • LIVELLO 2 - Ogni utente ha un URL pubblico (esempio: ecomate.eu/company/rossi-srl/) con lo scoring parziale, in modo che gli stakeholder possano nel caso contribuire a segnalare delle anomalie. L’azienda che crea la rete d’impresa può decidere liberamente se forzare o meno la pubblicazione di tutti gli utenti oppure lasciare autonomia di decisione al singolo.

  • LIVELLO 3 - Algoritmo di mappatura, attraverso un expert-system, di percorsi “insoliti” o “in contraddizione” degli utenti (esempio: è insolito che una micro azienda da 3 dipendenti dichiari di avere dei benefits assicurativi ed integrativi che di solito implementa una multinazionale, quindi avrà un semaforo giallo sul nostro admin-backend).

  • LIVELLO 4 - Algoritmo multilivello per la verifica incrociata con dati provenienti dalle banche dati del registro imprese e da open-data.

  • LIVELLO 5 - Con ausilio di machine learning, i percorsi anomali degli utenti vengono inseriti in un nuovo sistema di verifica che migliora tutto l’algoritmo (da fine 2022).

Fin dalla fase iniziale del progetto il nostro modello di rating è stato costruito con i framework EU come pilastro fondamentale: possiamo quindi seguire rigorosamente le linee guida di implementazione della Tassonomia così come scritte nella documentazione ufficiale fornita dalla commissione Europea.
La nostra piattaforma può già prendere in considerazione questi criteri durante il clustering dell’utente finale:

  • Regole settoriali (politiche di inclusione / esclusione secondo la Tassonomia / NACE-ATECO)
  • logica di punteggio inversa per la valutazione (penalizzare se si danneggia)
  • 1 indicatore che mostra se vige l’eligibility (SI o NO ; according to policy)
  • 1 indicatore che mostra l’allineamento alla Tassonomia secondo i criteri settoriali
  • 1 indicatore che mostra l’allineamento alla Tassonomia per l'obietttivo “mitigation to climate chanage” con riferimento in %
  • 1 indicatore che mostra l’allineamento alla Tassonomia per l'obietttivo ““adaptation” to climate chanage” con riferimento in %

Ecomate utilizza una infrastruttura moderna e sicura, con servers collocati in Germania all'interno dell'EU27 ed in totale compliance con le normative GDPR. Non esporta i dati degli utenti al di fuori dell'EU27. Per maggiori informazioni consultare la pagina tecnica dedicata alla trasparenza dell'infrastruttura ed architettura tecnologica.

Consultare la pagina dedicata al pricing

Grazie al contributo del comitato scientifico crowdsourced, diversi esperti hanno revisionato (e revisionano) come vengono poste le domande e le risposte presenti nei questionari di autovalutazione. Non abbiamo domande aperte (dove l'utente è libero di scrivere ed un umano di interpretare), ma vengono poste solamente domande qualitative a scelta singola o multipla oppure quantitative ad inserimento convalidato.

Le domande si riferiscono sempre allo stesso numero di Partita IVA (ed al codice Ateco dell’attività prevalente), dunque, nel caso in cui la società abbia più sedi,occorre verificare se esse appartengono alla stessa Partita IVA. Qualora la società abbia diverse sedi dislocate sul territorio italiano riconducibili alla medesima Partita IVA, queste devono essere integrate in fase di compilazione del questionario di Ecomate. In caso di sedi con diverse Partite IVA (o sedi all’estero), è necessario che queste vengano registrate separatamente sulla piattaforma. Si noti che la piattaforma permette di registrare più Partite IVA con lo stesso indirizzo mail.